Progetto

Hilton Catania Capo Mulini è la nuova idea di ospitalità siciliana. Interamente ristrutturato secondo i piu’ alti standard internazionali, si ispira alla bellezza del territorio siciliano su cui sorge. Hilton Catania Capo Mulini prende vita in una suggestiva cornice che racconta della magica terra di Sicilia attraverso un tocco contemporaneo ed unico.

Hilton Catania Capo Mulini, che si trova nell’omonima località a dieci minuti da Catania, grazie all’ambizioso progetto di ristrutturazione già avviato, diventerà un Hotel di alto livello che ambisce a divenire riferimento per il mercato congressuale del Mediterraneo.

L’apertura del complesso alberghiero è prevista per il 2018.

L'investimento

La struttura è stata acquistata ad agosto 2014 dalla ITEM, società catanese di cui il socio emiratino è il principale azionista. Hilton Catania Capo Mulini è quindi il primo investimento emiratino privato fatto in Italia con l’obiettivo di valorizzare al meglio le potenzialità del territorio.

Il valore dell’investimento nella struttura di Capo Mulini risulta evidente anche dai risultati delle analisi effettuate dalla Horwath, società di consulenza nel settore alberghiero rinomata a livello mondiale.

Il concept

Hilton Catania Capo Mulini sarà un unicum architettonico sospeso tra passato e futuro. Il fulcro attorno al quale ruota la progettazione della ristrutturazione dell’intero complesso sarà la sicilianità, ovvero il culto dell’identità e dell’appartenenza ad un territorio: la Sicilia. L’arte, la storia e le tradizioni che caratterizzano i luoghi in cui sorge la struttura saranno il filo conduttore dei lavori di riqualificazione.

Il progetto architettonico è stato affidato a Tom Russell, architetto e designer di fama internazionale, conosciuto per aver curato la progettazione di strutture turistico-alberghiere dei più importanti brand internazionali, tra cui l’Emirates Palace di Abu Dhabi, considerato tra i più lussuosi hotel del mondo.

La direzione creativa del progetto è stata affidata all’affermata stilista catanese Marella Ferrera. L’interior design è invece curato dallo studio di architettura KWG. Insieme intendono realizzare un hotel che sia contemporaneamente la massima espressione dell’interior design e del fascino della cultura siciliana.

La struttura

Hilton Catania Capo Mulini, hotel definito diffuso per la sua caratteristica struttura orizzontale formata da un corpo centrale e diverse unità adiacenti, sarà una delle strutture più grandi in Europa di questo genere ad essere ristrutturata nel completo rispetto di parametri eco-sostenibili.

L’Hotel, i cui edifici che lo compongono coprono quasi 40.000 metri quadrati su una superficie complessiva di 70.000, sarà progettato sulla struttura preesistente. Dopo i lavori di ristrutturazione, Hilton Catania Capo Mulini offrirà 850 posti letto, tra camere e suite, rispetto ai 1.562 della struttura precedente, aumentando l’offerta degli spazi dedicati ai suoi ospiti.

Il centro congressi potrà ospitare oltre 1.000 persone, così da candidare Hilton Catania Capo Mulini a diventare uno dei più grandi del Mediterraneo. Per agevolare gli spostamenti degli ospiti sarà disponibile un eliporto.

La gestione

La struttura sarà gestita da Hilton, noto brand internazionale e primo hotel management operante nel Sud Italia, e si chiamerà Hilton Catania Capo Mulini

Società

La struttura Hilton Catania Capo Mulini è stata acquistata ad agosto 2014 dalla ITEM, società italiana di investimenti e sviluppo, fondata nel 2008, con sede a Catania.

Specializzata nella rivitalizzazione di attività esistenti, in particolare nel settore turistico-alberghiero, ITEM ha come obiettivo lo sviluppo del Sud Italia e della Sicilia in particolare.

Item

L’azionista di riferimento della ITEM è un investitore privato di Abu Dhabi, con grande esperienza nel campo turistico-ricettivo.

La società è gestita da un management italiano ed internazionale che vanta un’esperienza trentennale nel settore finanziario, operativo e di sviluppo alberghiero.

I legami e i valori condivisi tra Italia ed Emirati Arabi Uniti, sono evidenziati anche dalla scelta della denominazione della società, “ITEM”, che coniuga le iniziali dei nomi dei due paesi.

Contatti

Nome (richiesto)

Email (richiesto)

Oggetto

Messaggio

Top